NEL NICCHIO PER PARLARE DI CURE PALLIATIVE E HOSPICE

Prosegue l’iniziativa “Salute in Contrada”, intrapresa dalle commissioni solidarietà di dodici consorelle e patrocinata dal Magistrato delle Contrade e dal Comune di Siena.

Sabato 14 maggio, dalle ore 17,30, sarà la volta del Nicchio ospitare presso la Società “La Pania” un incontro sul tema “Hospice e cure palliative a Siena: informazione, tutela e normativa”.

La dottoressa Simona Codevilla  e la dottoressa Antonia Loiacono (rispettivamente responsabile infermieristico e responsabile medico di hospice e cure palliative della nostra città) soci fondatori dell'Associazione Amici dell'Hospice di Siena Onlus, con il dottor Stefano Bugnoli, presidente della Onlus, si avvarranno di filmati e testimonianze dirette per parlare di un argomento delicato ed importante.

Palliativo non significa "inutile": il termine deriva dal latino "pallium", cioè mantello, protezione. Le cure palliative, nate circa 30 anni fa in Inghilterra, sono la cura globale e multidisciplinare per i pazienti affetti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici e di cui la morte è diretta conseguenza. Nelle cure palliative, è di importanza fondamentale il controllo del dolore, degli altri sintomi e dei problemi psicologici, sociali e spirituali. Il loro scopo è quello di preservare la migliore qualità di vita sia per i pazienti che per le loro famiglie.

L'Hospice è il luogo che «rappresenta un'estensione del domicilio quando, per differenti motivi primo fra tutti la volontà del malato, l'assistenza a casa non è possibile in modo definitivo o temporaneo».

Promuovere e testimoniare la cultura del sollievo e delle cure palliative è un impegno morale e sicuramente un segno di una società matura  consapevole e solidale.

 

Tutti i contradaioli ed i senesi sono invitati a partecipare a questa iniziativa per saperne di più su un tema di grande interesse.